LA LEGISLAZIONE IN ITALIA – COME DIVENTARE ESTETISTA E MAKE UP ARTIST

legislazione1La legge italiana che regola l’Estetica è tutt’oggi la legge quadro 1/1990 che chiunque può ricercare liberamente su internet e leggere nel dettaglio.

Vediamo però di scoprire come diventare Estetista, secondo la Legislazione Italiana, riassumendo il tutto in semplici caratteristiche principali.

Ci sono due strade possibili: la prima è frequentare una Scuola regionale riconosciuta per due/tre anni, con una frequenza quotidiana obbligatoria, e dare l’esame finale; la seconda è lavorare all’interno di un Istituto di Estetica sotto la responsabilità di un’Estetista per altrettanto tempo e poi frequentare 300 ore di Scuola e dare ugualmente l’esame finale.

L’Estetista non può fare lavoro ambulante o a domicilio, deve lavorare all’interno di locali a norma.

Per quello che riguarda invece la professione del Make Up Artist possiamo dire che non richiede titoli di studio riconosciuti dalla regione poiché la pratica del truccatore non comporta l’uso di prodotti (tinture ad ossidazione, sostanze acide, etc.) o strumentazioni (forbici, apparecchiature, etc.) potenzialmente critici o che agiscono con alterazioni chimico-fisiche dell’organismo.

Differentemente, l’applicazione del trucco è una tecnica non invasiva, praticata con sostanze accessibili a tutti e adatte ad un uso quotidiano. A salvaguardia della salute e dell’incolumità fisica dell’utilizzatore finale del trucco è la legge 713/86 relativa alla produzione e vendita dei cosmetici, che garantisce la produzione, distribuzione e indicazioni di utilizzo di un prodotto per il trucco accessibile a chiunque.

Per aprire la Partita IVA si richiede un Percorso Formativo che attesti la competenza in tale ambito.